La parola ai docenti: intervista a Lapo Baglini

Lapo Baglini
  • Lapo Baglini, docente punto di riferimento per i nostri corsisti nel loro percorso di crescita personale e professionale: ci parli delle materie che insegna alla SSATI e dei suoi metodi di insegnamento in classe.

All’inizio dell’anno insegno due moduli collegati fra loro: Time Management e Problem Solving, per insegnare a lavorare per priorità e a pensare per soluzioni in ambito aziendale. Poi alla specializzazione di Marketing Negoziazione. La sfida più bella è comunque di formare i ragazzi per il Business Tutors quando parleranno, si spera, davanti a tante persone. Affronto la tematica a gennaio con Presentation Techniques e li seguo passo passo nelle ultime settimane.

  • A breve partirà il suo corso di Negoziazione Commerciale: cosa andrete ad approfondire in aula?

Approfondiremo sia le tematiche relative alla parte comunicativa, ascolto attivo, calibrazione, lettura della comunicazione non verbale e paraverbale degli altri, che quelle più tecniche del modello di negoziazione di Harvard, sviluppato da William Ury e Roger Fisher.

  • Parlando di competenze richieste dalle aziende, a suo avviso, quanto sono importanti le cosiddette soft skills, quanto le competenze tecniche, e come si può diventare un buon negoziatore?

Sono importanti entrambe. Essere tecnicamente preparati senza saper leggere la comunicazione altrui serve a poco. E lo stesso vale per chi calibra molto bene ma poi non sa in pratica quali strumenti usare. Per diventare un buon negoziatore basta rifarsi a quello che spiegavano i greci: l’epoché, cioè la sospensione del giudizio quando gli altri parlano. L’opposto del pregiudizio per intendersi.

  • Lei accompagna ogni anno i nostri corsisti verso la prova finale del Business Tutors. Come prepara gli studenti in vista di questo importante esame?

In due modi, insegnandogli dei principi tecnici di Public Speaking e aiutandoli con il Coaching nella gestione emotiva della presentazione. E questa parte è davvero necessaria per ragazzi di quell’età.

  • Una riflessione, infine, sulla situazione che stiamo vivendo: è vero che saranno richieste sempre più competenze tecnico-digitali, o rimane sempre importante formarsi anche sulle modalità relazionali aziendali e quelle rivolte alla comunicazione con stakeholders e clienti?

A giudicare da cosa mi chiedono le aziende, direi che è ancora più importante oggi gestire al meglio le dinamiche emotive e relazionali con i compagni di lavoro e con i clienti e i fornitori. Soft e Interpersonal Skills sono le parole che vanno per la maggiore nel training aziendale.

Firenze – Via Tagliamento N. 16 – Tel. 055 6820681 – Fax 055 6820536 – info@ssati.it – ssati@pec.ssati.it – P. IVA n° 04631130483 – Codice fatturazione elettronica: USAL8PV